This website is using cookies

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on this website. 

The page of Quasimodo, Salvatore, Italian biography

Image of Quasimodo, Salvatore
Quasimodo, Salvatore
(Salvatore Quasimodo)
(1901–1968)
1959
 

Biography

Salvatore Quasimodo (1901 − 1968), poeta italiano, premio Nobel per la letteratura.

La poesia è la rivelazione di un sentimento che il poeta crede che sia personale e interiore, che il lettore riconosce come proprio.

La rassegnazione alla solitudine, opposta al dolore lucreziano, avvicina a noi Virgilio più degli altri poeti latini dell'antichità classica. (da Il fiore delle Georgiche, prefazione)

I filosofi, i nemici naturali dei poeti, e gli schedatori fissi del pensiero critico, affermano che la poesia (e tutte le arti), come le opere della natura, non subiscono mutamenti né attraverso né dopo una guerra. Illusione; perché la guerra muta la vita morale d'un popolo, e l'uomo, al suo ritorno, non trova più misure di certezza in un modus di vita interno, dimenticato o ironizzato durante le sue prove con la morte. (da Discorso sulla poesia, appendice a Il falso e il verde verde)

Ogni incontro, discorso, paesaggio si trasforma attraverso la voce di Zavattini in categoria della sua anima che agisce in armonia con la natura e la società. (da Il Tempo; citato in La Fiera Letteraria, 19 ottobre 1967)

(Editor of this page: P. T.)

Anthology ::
Literature ::
Translation ::

minimap